Recensioni

[RECENSIONE] LO STRANO CASO DELL’APPRENDISTA LIBRAIA

Lo strano caso dell’apprendista libraia, Deborah Meyler, 348 pagine, Garzanti libri

DEBORAH MEYLER è nata a Manchester, ha frequentato il Trinity College a Oxford e la St Andrews University. Ha vissuto a lungo a New York, città che le ha ispirato il suo primo romanzo.

Dalla quarta di copertina

 

Una piccola libreria a New York. Un amore da dimenticare. Una magia tra i libri.

Dalla prima di copertina

<<Una storia indimenticabile che vi mostrerà come le librerie, a volte, siano un posto pieno di magia.>>

USA Today

<<Un romanzo pieno di vita che vi apre il cuore e regala buonumore. Perché una libreria è un posto speciale.>>

Booklist

<<Tra pile di polverosi libri e l’inconfondibile odore di inchiostro possono nascere amicizie inaspettate e amori impossibili.>>

Star Tribune

Dalla terza di copertina

Esme Garland è una ragazza inglese che vive a New York. Si è laureata a Cambridge con il massimo dei voti ed ora sta prendendo, con l’aiuto di una borsa di studio, un dottorato in storia dell’arte alla Columbia University. Le piace leggere: frequenta spesso una piccola libreria che vende usato, chiamata “La Civetta”. Sembra che tutto fili liscio come l’olio finché non scopre di essere rimasta incinta dopo una notte d’amore con il suo fidanzato Mitchell. Non era programmato, e proprio quando sta per parlargliene lui la lascia. È dinanzi ad un bivio: abortire o tenere il bambino? Sceglie la prima opzione, ma dopo aver preso appuntamento ad una clinica cambia idea: anche se può essere considerata come un grappolo di cellule, dentro di lei c’è una vita da proteggere. Esme si ritrova da sola a ventitré anni, senza un lavoro, con un bambino in grembo e con un dottorato da conseguire. Riceve aiuto da George, il proprietario della libreria. Con questo incarico mette da parte qualche soldo per il futuro e conosce nuove persone: Luke, Mary, Nimpo, Dennis…, le quali diventano per lei quasi un punto di riferimento, un rifugio per i momenti duri. Quali altre sorprese ha il futuro in serbo per lei?

Ho acquistato questo libro insieme a “La gemella silenziosa”, per una promozione della casa editrice Garzanti, grazie alla quale due libri vengono quindici euro.

Pensavo, alle prime pagine, di aver fatto un buon affare: lo stile di scrittura è semplice, le proposizioni non sono troppo articolate. Esme, nel raccontare la sua vita, va dritta al punto. Andando avanti, però, non sentivo nulla. Vuoto totale. Questo libro non mi ha trasmesso alcunché. Ho imparato diverse parole e nomi di pittori e filosofi (in media ogni due pagine dovevo andare su internet a cercare qualcosa), ma nulla di più. L’ho sentito parecchio “sciapo”, senza sapore.

Approfittate dell’offerta della Garzanti, ma non vi consiglio di scegliere questo libro.

Voto: 2,5/5 Risultati immagini per stellina emoticon

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...